Gli Etruschi in Provincia di Firenze

Un itinerario etrusco a Firenze non può non partire dal Museo Archeologico Nazionale di Palazzo alla Crocetta. Questo museo divenne sede stabile delle collezioni archeologiche iniziate dai Medici e dai Lorena. Per la parte etrusca si trovano in mostra pezzi importantissimi come la Chimera di Arezzo, l’Arringatore e la Minerva; nel giardino del museo hanno trovato posto alcune tombe etrusche. L’interno presenta anche gioielli in oro o vasellame rinvenuto negli scavi. Il museo organizza  interessanti mostre dedicate alle diverse civiltà e a diversi periodi. Le tombe sono collocate nel giardino.

Sempre in città si trova il piccolo e poco conosciuto museo Casa Siviero: Rodolfo Siviero, amante dell’arte e fine conoscitore abitava in questa casa sul Lungarno; le opere collezionate vanno dalla civiltà etrusca ai pittori italiani del 20° secolo.

Spostandosi fuori città ma restando collegati al Museo Archeologico troviamo Villa Corsini, nella zona di Castello, a poche centinaia di metri da Villa la Petraia. Per molti anni la Villa Corsini è stata usata come deposito del Museo Archeologico, ma ora ha una collezione permanente di antichità, oltre a essere in sè un bellissimo e raro esempio di villa nobiliare barocca.

Sulla vasta piana che divide Firenze da Sesto Fiorentino troviamo un bellissimo esempio di tomba etrusca a tholos, la Montagnola. Un ampio corredo funebre è stato rinvenuto in questa tomba, che è davvero ben conservata: può essere visitata in genere il sabato e la domenica mattina con prenotazione.

Ultima menzione per la città di Fiesole, sulla collina a nord di Firenze, fondata nel 5° secolo AC. Tutte le varie fasi del suo passato sono ben visibili, ma sono soprattutto le tracce etrusche sono quelle che colpiscono. Possiamo citare le mura ciclopiche, che si possono ammirare camminando lungo ciò che resta della cinta settentrionale e orientale. 

La collina di San Francesco, dove sorge l’omonimo convento francescano con la chiesa, ha anche questo origini etrusche: fu il primo insediamento della zona. La parte più conosciuta e suggestiva è l’Area Archeologica che comprende le terme l’anfiteatro e il tempio. Interessante la visita al Museo Civico che espone oggetti, statue e vasellame, e propone un viaggio nel tempo dalla città etrusca a quella romana. La visita è piacevole anche per il fascino naturale del luogo e dello splendido panorama.

Potrebbero interessarti anche...